Soulwaves nasce per veicolare un messaggio sostenibile attraverso un prodotto ecologico: il nostro obiettivo è sensibilizzare le persone riguardo le problematiche ambientali e i cambiamenti climatici in atto, facendo presente che la moda può essere etica e responsabile. In particolare chi ci conosce sa quanto per noi sia importante la tutela del mare, a cui siamo profondamente legati e che ha ispirato la nostra nascita. 

Questo nostro impegno verso la salvaguardia delle specie marine si è tradotto nel nostro sostegno alla campagna “Per il mare non è una festa” di Marevivo Onlus, un’organizzazione nazionale non-profit, riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente, che si dedica alla tutela di mari e oceani. Abbiamo così deciso di realizzare un messaggio da indossare: le t-shirt “Protect Oceans”, in cotone organico certificato OEKO TEX, devolvendo parte del ricavato a questa campagna. 

Foto 1. Certificato da parte di Marevivo per Soulwaves

La maglia vede protagonista una balena mentre viene sollevata da un palloncino, a significare quanto un oggetto apparentemente innocuo possa essere dannoso per la balena. Il problema del rilascio dei palloncini nell’aria è una questione seria, di cui abbiamo parlato nello specifico in un altro articolo. Facendo più attenzione, però, si può notare come il palloncino sia legato non ad un leggero filo o ad un bastoncino, bensì ad una corda. Con questo dettaglio abbiamo voluto porre l’attenzione sul problema della caccia alle balene. 

Foto 2. T-shirt ecologiche Protect Oceans. Foto di Azzurra Piccardi

A tal proposito occorre far presente quanto questi animali siano importanti per l’intero Pianeta: le balene – come i delfini – aiutano a mantenere vivo l’oceano. Quando emergono per respirare fertilizzano delle minuscole piante marine (dette fitoplancton) che assorbono ogni anno il quadruplo di anidride carbonica rispetto alla Foresta Amazzonica. Queste piante, inoltre, producono l’85% dell’ossigeno presente nell’atmosfera che respiriamo. 

Dal 24 marzo è presente su Netflix un documentario, Seaspiracy, che parla proprio del grave problema della caccia alle balene e che ha suscitato l’indignazione dell’industria del pesce, aprendoci gli occhi su quanto sia importante continuare a sostenere questa battaglia. Infatti, come viene ben evidenziato nel documentario, in un mondo minacciato dal cambiamento climatico proteggere questi animali significa proteggere l’intero pianeta. Se le balene e i delfini muoiono, l’oceano muore. E se l’oceano muore, si estingue l’intera comunità. 

Siamo felici come Soulwaves di aver contribuito, nel nostro piccolo, a tutelare le balene nei nostri mari. Tuttavia, la caccia a questi animali è ancora intensamente praticata in diversi paesi, tra cui Norvegia, Islanda e Giappone. C’è ancora molto da fare per difendere questi intelligentissimi mammiferi, non resta altro che attivarci per generare l’onda del cambiamento.